Notice: wpdb::prepare è stato richiamato in maniera scorretta. La query non contiene il numero corretto di segnaposti (2) in relazione al numero di argomenti trasmessi (3). Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.8.3.) in /var/www/clients/client0/web33/web/wp-includes/functions.php on line 4773
Basilica San Marco Mosaici

Mosaici

Quando si pensa alla basilica di San Marco, le prime immagini che vengono alla mente sono quelle dei mosaici e dei loro sfondi dorati.
I mosaici rivestono per oltre 8000 metri quadrati le pareti, le volte e le cupole della basilica marciana.
Essenzialmente bizantina nella sua concezione architettonica, la basilica trova nel mosaico il suo naturale elemento integratore. La decorazione musiva si sviluppa in circa 8 secoli di storia della basilica.

Mosaici 01I mosaici della basilica di San Marco raffigurano storie tratte dalla Bibbia (Antico e Nuovo Testamento), figure allegoriche, vicende della vita di Cristo, della Vergine, di San Marco e di altri santi.
I mosaici, nei quali dominano i colori caldi, in particolare l’oro, ornano l’ampio spazio della basilica, che misura 28 metri di larghezza e raggiunge i 21 in altezza nelle arcate. Lo spazio è avvolto da luce velata, come nelle chiese mediorientali, che varia continuamente nelle diverse ore del giorno, con effetti suggestivi e di grande intensità..

Nei mosaici di San Marco troviamo la più significativa testimonianza della storia, delle aspirazioni, della fede di Venezia e dell’evolversi dei linguaggi e delle tendenze che hanno caratterizzato la sua arte: dalle origini greco-bizantine, alle espressioni artistiche autoctone e all’abilità di interpretare e personalizzare messaggi importati dall’esterno fino all’odierna, difficilissima arte della conservazione e del ripristino di questo preziosi e complessi manufatti.